Category Archives: Salute

A TUTTI CAPITANO MOMENTI DIFFICILI

Come tutti noi sappiamo, non esiste persona al mondo a cui, ogni tanto, capitano dei momenti difficili dal punto di vista psicologico. Le difficoltà dal punto di vista psicologico possono derivare da vari fattori: i problemi al lavoro, le incompresioni con amici o persone intime, o le perdite di persone a cui si era particolarmente legati sono sono gli esempi più banali di tutte le possibili cause di instabilità psicologica.
http://marleneritta.it/psicoterapeuta-torino/
Spesso, però, andare dallo psicologo o dallo psicoterapeuta è una decisione che viene presa con molta riluttanza, spesso con vergogna, perchè non si riesce ad accettare l’idea di essere in difficoltà o di avere bisogno di qualcuno per sfogarsi ed esporre i propri problemi. Che fare allora? Non sempre una persona capisce che per superare un periodo difficile non può pensare di contare solo ed esclusivamente sulle proprie forze. Come capire, allora, che bisogna andare dallo psicoterapeuta? Quali sono le motivazioni principali che potrebbero spingere una persona a consultarlo? Scopriamoli insieme nel paragrafo seguente.LE PRINCIPALI RAGIONI PER CONSULTARE LO PSICOTERAPEUTA
Le ragioni principali che conducono una persona dallo psicoterapeuta sono molte. Tra queste, meritano particolare citazione:
– l’interferenza del malessere di una persona con il proprio lavoro, che la porta a non riuscire ad assolvere i suoi compiti nel modo giusto;
– alcuni comportamenti che quella persona non è capace di spiegarsi, o che non riesce a controllare in nessun modo;
– i casi in cui la persona presa in esame si senta molto preoccupata, triste, o semplicemente arrabbiata;
– il fatto che, nonostante una persona abbia già provato a chiedere aiuto ad amici, familiari, o anche ad altri medici, gli aiuti ricevuti non sono serviti a risolvere il problema completamente, quando addirittura non hanno cambiato nulla;
– l’eventualità che una persona che sta male, per sopperire a questo senso di malessere, assuma droghe o alcool;
– il fatto che una persona eviti certe situazioni che precedentemente non gli creavano alcun disagio, come un’uscita tra amici, un viaggio di lunga durata, o altre situazioni che prima la persona presa in considerazione affrontava tranquillamente;
– i casi in cui la persona soffra di insonnia, tachicardia, o giramenti di testa a causa di un malessere;
– infine, circostanza più estrema ma non meno frequente, il caso in cui la persona in questione si trovi in una condizione tale da poter pensare al suicidio.

LA PSICOTERAPIA NON E’ UNA SCONFITTA
Ora che abbiamo elencato le ragioni principali che possono portare una persona a consultare uno psicoterapeuta ed iniziare un percorso di psicoterapia, possiamo vedere che spesso si tratta di motivazioni che possono influire molto negativamente nella vita di una persona, quando addirittura non ne compromettono la sopravvivenza (come l’ipotesi del suicidio).
Ma iniziare una psicoterapia è una sconfitta? Assolutamente no, anzi, tutt’altro. Consultare uno psicoterapeuta, infatti, non è un segno di debolezza, ma un segno di forza, un segno di coraggio ad esporre le proprie debolezze ad una persona esperta che può aiutarci a risolvere i nostri problemi.
Ad ogni modo, c’è da dire che la psicoterapia non è come una bacchetta magica: un percorso psicoterapeutico può avere una durata che va da qualche seduta fino ad interi anni di terapia. Certamente, molto dipenderà dalle capacità dello psicoterapeuta, ma anche dalla forza psicologica di una persona ad affrontare le sue debolezze e superare il suo periodo buio.
Questo è il motivo per cui andare da uno psicoterapeuta è una scelta molto consigliata alle persone più fragili psicologicamente.

Di seguito un ottimo psicoterapeuta a Torino: http://marleneritta.it/psicoterapeuta-torino/

I nostri sensi sono il mezzo attraverso cui riusciamo ad entrare in contatto e ad interagire con l’ambiente che ci circonda. Ognuno di essi ha un organo preposto al suo funzionamento: il naso per l’olfatto, le orecchie per l’udito, la lingua per il gusto, la pelle per il tatto, e gli occhi per la vista. Quest’ultima è senza dubbio uno dei sensi più importanti per la vita di tutti i giorni. Gran parte degli stimoli ricevuti dal cervello, infatti, sono proprio di tipo visivo. La vista è alla base di azioni che possono sembrare normalmente banali e semplici e solo privandosi, anche per pochissimo, dell’utilizzo degli occhi si riesce ad apprezzarne il suo valore e la sua fondamentale necessità. Tramite gli impulsi inviati al cervello attraverso gli occhi, si è in grado di percepire dalle semplici forme e colori, di seguire le traiettorie degli oggetti in movimento, fino ad arrivare alla coordinazione dei movimenti del corpo: tutto riconduce alla vista. Essa è in grado di influenzare le nostre valutazioni, le nostre scelte ed i relativi giudizi su cose e persone. Persino nella scelta dei cibi, la vista svolge un ruolo essenziale: tramite la percezione delle forme e soprattutto dei colori e della loro vividezza, il nostro istinto decide se un cibo è appetibile o meno, ancor prima di averlo provato e constatato tramite il gusto. Pare, ad esempio, che gli alimenti dai toni caldi come giallo, arancione e rosso siano decisamente più dolci tanto da ingannare persino gli intenditori di vini: durante una ricerca scientifica al riguardo, dei ricercatori francesi offrirono loro del vino bianco miscelato a colorante alimentare rosso. Il risultato fu che nove intenditori su dieci non riuscirono a distinguerlo dal vero vino rosso, influenzati dalla forte percezione visiva. Tale influenza di riscontra anche nei rapporti sociali, dove la vista svolge un ruolo determinate. Nelle relazioni sentimentali ed in particolar modo durante i primi incontri, la visione di gesti, espressioni del viso e linguaggio del corpo, sono in grado di determinare gran parte dell’impressione generale nei confronti di una persona. Bastano poche frazioni di secondo per stabilire se vi sia attrazione per un’altra persona. Gli altri sensi, ed in particolar modo l’olfatto, saranno tirati in ballo solo successivamente.
Assodata l’importanza della vista, l’invito è quello ad un costante monitoraggio dello stato degli occhi, organo molto sensibile e delicato, iniziando fin da piccoli per imparare da subito il valore della prevenzione. Anche in assenza di patologie, un’attenzione periodica dovrà essere riservata all’occhio onde evitare l’insorgere di problematiche, più o meno gravi, mantenendo in salute ed in perfetta efficienza la sua condizione, intervenendo, qualora necessario, con i giusti rimedi e le giuste cure. Potrà essere necessario, infatti, ricorrere ad occhiali da vista oppure a lenti a contatto, all’utilizzo di lacrime artificiali e colliri, senza tralasciare l’utilizzo di occhiali da sole di qualità, utili a proteggere gli occhi dai raggi solari. Rivolgersi a professionisti nel campo dell’ottica favorirà il compito di prevenzione e protezione della propria vista, grazie a consigli e consulenze mirate e competenti. Come nel caso degli occhiali, i più diffusi rimedi visivi, unici per ogni individuo: il ruolo dell’ottico sarà quello di individuare la soluzione più idonea per ognuno, a seconda dei difetti visivi e anche del budget a disposizione. Grazie all’esperienza e all’uso di lenti campione su montature di prova, Ottica Amica, la migliore Ottica Torino, sarà in grado di fornire da subito l’idea della qualità di visione che si otterrà con gli occhiali finiti. Ma, come per ogni altra figura professionale cui ci si rimette, specie se si parla della propria salute e del proprio benessere, la competenza e l’esser degni di fiducia saranno le prime qualità necessarie ad un ottico professionista, ciò che lo distingue da tutti gli altri e lo rende punto di riferimento per chiunque cerchi consigli in campo visivo in tutta Torino e dintorni.